notizie dal Brasile

Lettera Don Luca

Carissimi,
è passato molto tempo dalle ultime notizie inviate ma non per questo ci siamo dimenticati della vostra costante e silenziosa presenza che accompagna il nostro cammino di Evangelizzatori. I bisogni aumentano, la violenza continua a crescere e spesso noi ci ritorviamo “assorbiti” dalle situazioni senza lo spazio mentale per realizzare che è già trascorso un giorno.

Nella parrocchia stiamo portando avanti alcuni progetti rivolti alle famiglie con maggiori carenze con l’obiettivo di promuovere la dignitá umana e favorire il recupero dell´autostima in modo particolare nei giovani che a causa delle scarse risorse economiche, e dell´assenza di scuole si ritrovano a non avere alcuna possibilitá di formazione ed esperienze lavorative quasi nulle.

I progetti sono:

  • “Formazione socio-sanitaria per donne e mamme” in collaborazione con la Segreteria della Salute locale e una ONG Medicus Mundi di Brescia abbiamo chiesto un finanziamento alla C.E.I.
    La segreteria ci ha segnalato questo ambito come quello che necessita di un’intervento specifico visto il numero elevato di bambini che presentano problemi seri intestinali e le giovani donne soffrono per complicazioni dopo il parto.
  • “Formazione socio sanitaria per giovani e adulti” in collaborazione con il Comune di Brescia – Consulta per la pace che lo ha finanziato. Entrando poi nella realtà giovanile abbiamo pensato ad una proposta rivolta in modo particolare ai ragazzi, perché poco valorizzati dalla società e dalle stesse donne che troppo spesso si ritrovano sole a dover gestire e curare un’intera famiglia. In questo progetto sono stati trattati temi relativi alla salute, al recupero del ruolo della figura paterna all’interno della famiglia e l’importanza di essere cittadini presenti e propositivi per la costruzione di una società migliore. Ció ci ha permesso di far recuperare la fiducia e la dignità al gruppo di giovani che ha aderito alla proposta grazie alla rielaborazione dei vissuti di ciascuno e al clima di rispetto che si è creato all’interno del gruppo.
  • “Avviamento di un centro socio-educativo per la promozione della responsabilità sociale e civile e lo sviluppo di competenze tecnico professionali”. E’ stato co-finanziato da due Fondazioni: la Cariverona per la parte relativa all’acquisto di arredi ed attrezzature e la Fondazione San Zeno per la parte relativa ai costi dei corsi di formazione. Sono state attivate anche in questo caso strette collaborazioni con alcune istituzioni brasiliane che si occupano di formazione professionale come il SENAI che è riconosciuto dallo Stato pertanto la certificazione rilasciata potrà essere utilizzata dai giovani per entrare nel mondo del lavoro.
  • “P.E.O.”  Progetto di educazione e orientamento”. Da un’analisi della situazione del quartiere “Cidade Olimpica” si è vista la necessità di offrire opportunità educative al maggior numero di bambini/e nel tentativo di migliorare il livello di apprendimento attraverso attività di recupero scolastico in particolar modo rispetto alla lettura e scrittura. Sono coinvolti circa 200 bambini delle varie comunità della parrocchia in età compresa tra i 7 e i 12 anni.
  • “SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE”  il progetto prevede la possibilità di sostenere una famiglia senza reddito in cui sono presenti bimbi piccoli. Si è cercato quindi di individuare una modalità corretta per sostenere le famiglie com maggiori necessità senza cadere nel puro assistenzialismo che crea solamente dipendenza e non incentiva le persone alla ricerca di soluzioni che possano produrre anche in minima misura un reddito. Per questo motivo sono stati proposti alle mamme brevi corsi di formazione di taglio cucito, di artigianato (realizzazione di collane com semi e di ciabatte infradito), corsi di parrucchiera/e etc.

Continua il nostro cammino di sostegno e aiuto alla formazione di persone capaci di assumersi delle responsabilità e d’iniziare a fare un’analisi critica della realtà. Anche quest’anno durante la campagna elettorale per l’elezione del Sindaco della città abbiamo rivisto come la sete di potere e il raggiungimento dell’obiettivo da parte dei candidati autorizza gli stessi a “sfruttare ed illudere” le persone con promesse che di volta in volta vengono ripetute e puntualmente mai realizzate.

Le forti necessità impediscono quindi alla “gente” di vedere le nuove figure che si presentano come opportunità per rompere il mondo della corruzione e dello sfruttamento.
In questo senso noi discepoli del messaggio di DIO nelle comunità dobbiamo rendere le persone capaci di distinguere LA VERITA’ DALLA MENZOGNA ed essere fedeli a Colui che da sempre ci mostra il senso dell’AMORE verso gli uomini.

Grazie.

Tags: , ,

Commenti chiusi.